Tag Archives: Dairy

Mango Panna Cotta

Panna cotta is one of the most appreciated Italian desserts and is well known all over the world. This amazing dessert is probably widely appreciated, not only for its wonderful velvety texture and delicate flavour but also for the simplicity of the preparation method. The traditional recipe is usually prepared with cream, sugar and vanilla pods and served with fruit, chocolate or caramel sauce. In addition to the traditional recipe, there are many variations which include different ingredients, in order to get more creative and complex flavour combinations (we have already prepared a double chocolate panna cotta, in a previous post).

In this recipe, I added the mango pulp with a hint of lemon flavour, to celebrate the warm season. The result is an extremely velvety, exotic and charming dessert!

You’ll love it!!!

DSC_8005

 Tips.

1. To make a slightly lighter dessert you can replace 50 ml of whipping cream with 50 ml of whole milk.

2. It’s important to strain the mango puree well, because the mango pulp contains little hairy bits which can compromise the smoothness and texture of the dessert.

3. In this recipe, I added 1 tablespoon of honey, but half a tablespoon was actually enough for my taste. With half a tablespoon of honey you get a less sweet but more delicate panna cotta, which in my opinion, suits an adult taste best. You can taste the mixture with 1/2 tablespoon of honey and then decide whether you want to add more or not. For children, the preparation with a tablespoon of honey is perfect!

DSC_7961

Mango Panna Cotta.

Preparation: 20 minute + 3 hours in the fridge

Easy

Ingredients

for 2 servings

150g (5.2 oz) mango (+ a few pieces of fresh mango)

1 tablespoon of honey

the zest of half a lemon (or 1 drop of lemon essential oil)

2 gelatine leaves

200 ml ( 6.76 us fl oz) whipping or double cream

a few mint leaves

DSC_7943

Method

1. Leave the gelatine leaves to soak for about 10 minutes.

DSC_7932

2. Pour the cream into a small saucepan with the honey and the lemon zest (or lemon essential oil). Cook over a moderate heat for a few minutes, until the cream is quite hot (but do not boil). Then add the gelatine leaves, stir very well and turn off the heat.

DSC_7934

3. Peel the mango and cut it into pieces. Puree the fruit in a blender with the warm cream.

4. Using a strainer, pour the mixture into small one-portion pots and let cool. Then put the pots in the refrigerator to set for about 3 hours.

DSC_7947

5.  Serve the panna cotta with some fresh mango and a few mint leaves on top.

DSC_7984

DSC_7980

DSC_7988

DSC_7958

Panna Cotta al Mango.

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti + 3 ore nel frigorifero

Ingredienti

per 2 panne cotte

150 g di mango (+ qualche pezzo di mango da aggiungere alla fine, come guarnizione)

Scorza di mezzo limone (oppure 1 o 2 goccia di olio essenziale di limone)

1 cucchiaio di miele

2 fogli di colla di pesce

200 ml di panna

qualche foglia di menta

Metodo

1. Mettete a bagno, in acqua tiepida, i fogli di gelatina per 10 minuti.

2. Riscaldate la panna in un pentolino (a fuoco basso) con il miele e la scorza di limone (oppure l’olio essenziale di limone). Aggiungete la gelatina, mescolate per qualche minuto e spegnete il fuoco.

3. Togliete la buccia al mango, tagliatelo a pezzi e frullatelo bene insieme alla panna (ancora calda).

4. Usando un colino, filtrate la panna e versatela negli stampini. Lasciate raffreddare e poi mettete in frigorifero per 3 ore a rassodare.

5. Servite con dei pezzi di mango fresco e qualche foglia di menta.

DSC_8008

Advertisements

Make the Best Home-made Yogurt!

DSC_0946

Home-made yogurt is cheap, healthy and delicious! There are several ways to make yogurt at home, today I am going to show you the easiest method, using a yogurt maker, some milk and live culture yogurt bacteria.

First, there are a few things that you have to keep in mind when choosing the ingredients…

DSC_4196-2

You’ll need :

1. One litre (33.8 fl oz, 1.75 pt uk ) of good quality milk, possibly organic, to avoid that the antibiotics contained in the milk might compromise the development of the good bacteria in the process. Unless you are on a low-fat diet, choose full-fat milk to make a creamier and smoother yogurt.

2. A live culture yogurt or a yogurt culture packet (here I am going to use a yogurt culture packet).

3. Sterilised glass jars. You can sterilise the jars by putting them (of course, without the lids) in a pre-heated oven at 100° C (212 F°) for about 8-10 minutes. Let cool before using.

DSC_4267

Home-made yogurt (basic recipe)

Ingredients

1 litre (33.8 fl oz, 1.75 pt uk ) of good quality milk

1 live culture yogurt (1 cup) or a yogurt culture packet

Tools

a food thermometer

a yogurt maker (possibly with glass jars)

a stainer, or a cheese cloth

a spoon

a pan

a cup, or a small bowl to strain the yogurt

a measuring cup

DSC_4205-4

The Method.

1. Pasteurise your milk. Heat the milk up to 85°C (185°F ), checking the temperature using a food thermometer (avoid boiling the milk, this way you can preserve the nutrients contained in it). This process will take a few minutes.

Variation. If you prefer thick yogurt, you have to boil the milk for at least 5-10 minutes and then remove the skin on the surface.

DSC_4236

DSC_4246

2. Let the milk cool (you have to use the milk at room temperature to make the yogurt).

DSC_4256

3. Add the healthy bacteria. You can use a live culture yogurt (unflavoured, unsweetened and to be added at room temperature) or you can buy a yogurt culture packet. If you use a yogurt culture packet, you have to mix the culture with 2 tablespoons of milk first.

DSC_4276

4. Mix the live culture with 1 litre of milk (or less, if you have boiled the milk to make thick yogurt). Mix everything well.

DSC_4299

5. Set the timer (or an alarm) and keep the mixture at 38-40 °C (100-104°F) for 8-12 h. Use a yogurt maker, in this way your temperature will be constant at all times.

DSC_4313

DSC_4318

6. Strain your yogurt (this is optional). If you desire a thicker yogurt, you can strain the liquid using a cheese cloth (or a tea towel or a strainer). This process might take from a few up to several hours, depending on the device you use and on the thickness of the yogurt you wish to achieve. Leave the yogurt in the fridge while you do this.

DSC_3857

 Notes.

1. Store your yogurt in sterilised jars. Seal the jars with a lid and keep them in the fridge for 5-7 days (your yogurt might last even longer, if properly stored). You can freeze it and it will last up to a month.

2. If you are going to use your home-made yogurt as a starter to make a new batch, you have to do this within 5 days from the day you’ve made it, to make sure that the bacteria is fully active.

Comparing yogurts.

DSC_4331

In the picture above the yogurt was made without boiling the milk.

DSC_4214-2

In this picture the yogurt was made boiling the milk during the process.

I hope this post was helpful. Please let me know if you having troubles with the process.

Thank you!

Come fare lo yogurt in casa. 

Lo yogurt fatto in casa è economico, sano e delizioso! Ci sono diversi modi per fare lo yogurt, oggi vi mostrerò il metodo più semplice utilizzando la yogurtiera, del latte bio e dei fermenti lattici.

Prima di tutto, ci sono alcuni accorgimenti da seguire quando scegliete gli ingredienti…

Per avere un ottimo yogurt fatto in casa è necessario: 

1. Acquistare latte di buona qualità (possibilmente biologico), per evitare che gli antibiotici contenuti in esso possano compromettere lo sviluppo dei batteri buoni durante il processo. A meno che non stiate seguendo una dieta povera di grassi, è consigliabile scegliere del latte intero di buona qualità per ottenere yogurt denso e cremoso.

2. Utilizzare uno yogurt con i fermenti lattici vivi, oppure acquistare un pacchetto di fermenti lattici liofilizzati, che potete trovare in farmacia (in questa dimostrazione utilizzerò i fermenti in pacchetto).

3. Sterilizzare i vasetti di vetro. Se volete uno yogurt perfettamente conservato è necessario sterilizzare i contenitori che si utilizzeranno per conservare il prodotto. È possibile farlo mettendo i vasetti (senza il coperchio) in forno preriscaldato a 100 ° C per circa 8-10 minuti, oppure si possono far bollire (eseguite questo passaggio solo se utilizzate dei contenitori di vetro, non fatelo con la plastica!). Lasciate raffreddare prima dell’uso.

Ingredienti

1 litro di latte di buona qualità

1 yogurt con fermenti lattici vivi o un pacchetto di fermenti liofilizzati per fare lo yogurt

Utensili

un termometro per alimenti

una yogurtiera (possibilmente con vasetti di vetro)

un colino molto fitto, o un panno e un colino normale

un cucchiaio

una pentola

una tazza, o una piccola ciotola per scolare lo yogurt

una caraffa graduata per misurare i liquidi

Il Metodo. 

1. Pastorizzate il latte. Scaldare il latte fino a 85 ° C (185 ° F), controllando la temperatura con un termometro per alimenti. E’ bene non portare a bollore il latte per conservarne al meglio le sostanze nutritive. Questo processo richiederà alcuni minuti. Per ottenere invece uno yogurt più denso, fate bollire il latte per 5-10 minuti, poi rimuovete la pellicola che si forma in superficie e proseguite con il procedimento.

2. Lasciate raffreddare il latte. Utilizzare il latte a temperatura ambiente per fare lo yogurt.

3. Aggiungete i fermenti lattici. È possibile utilizzare uno yogurt con i fermenti lattici vivi come base per farne altro, oppure si può acquistare un pacchetto di fermenti lattici liofilizzati. Nel secondo caso, è necessario miscelare i fermenti con 2 cucchiai di latte prima di procedere.

4. Mescolate il latte con i fermenti. Utilizzate 1 litro di latte, o quello che rimane se ne avete già mischiata una parte o avete fatto bollire il latte. Mescolare bene tutto.

5. Impostate il timer (o un allarme) e mantenete la miscela a 38-40 ° C (100-108 ° F) per 8-12 h. Vi consiglio di utilizzare una yogurtiera, in questo modo la temperatura sarà mantenuta costante in ogni momento ed eviterete sorprese.

6. Filtrate il vostro yogurt. Se volete lo yogurt più denso, potete filtrarlo per eliminare il siero con un panno, un canovaccio oppure un colino molto fitto. Lasciate lo yogurt in frigo durante questa operazione. Questo passaggio può richiedere da poche a svariate ore, dipende da ciò che utilizzate e dal risultato che volete ottenere (il filtraggio è facoltativo).

Note. 

Conservate lo yogurt in vasetti sterilizzati. Sigillate i vasetti con un coperchio e riponeteli in frigo per 5-7 giorni (ma il vostro yogurt potrebbe durare anche più a lungo, se correttamente conservato). Potete anche congelarlo e durerà fino a un mese. Se avete intenzione di utilizzare lo yogurt fatto in casa come base per farne di nuovo, dovete farlo entro 5 giorni dalla produzione, per essere sicuri che i batteri siano pienamente attivi.

Nelle ultime due immagini del post, potete vedere chiaramente la differente consistenza di uno yogurt fatto con il latte pastorizzato (non bollito o scaldato) e uno yogurt fatto facendo bollire il latte durante il procedimento (ultima immagine).